Sedici anni a chi uccide per lavare l’ onta di un tradimento.

Ancora una sentenza che offende il comune sentire e soprattutto ci riporta indietro di tanti decenni: Non è tanto e solo l’entità della pena comminata a Javier Napoleon Pareja Gamboa , per aver ucciso con 30 coltellate la moglie Jenny Angela Coello Reyes , quanto la motivazione utilizzata per applicare le attenuanti a questo assassino . L’aveva accoltellata dopo aver scoperto che , nonostante le promesse in tal senso , non aveva lasciato l’amante. Quindi mosso da rabbia e disperazione, profonda delusione e risentimento. Non per cieca gelosia, perchè non poteva accettare che lei gli preferisse un altro , ma come reazione al comportamento della donna che lo ha illuso e disilluso allo stesso tempo . Per questo ,oltre alla diminuzione della pena che la scelta del rito abbreviato impone al Giudice ( 1/3 ) , e che avrebbe comunque consentito di condannarlo a 30 anni di reclusione, riconoscere e concedere le circostanze generiche, hanno portato alla condanna a 16 anni. E l’ipocrisia è evidente nella motivazione laddove si puntualizza che “non c’è proporzione tra il motivo che ha spinto l’imputato a colpire a morte e la gravità del gesto e delle sue conseguenze ”

Questa sentenza , letta dopo quella pronunciata dalla Corte d’appello di Bologna ove, l’aver ucciso in preda ad una ” tempesta emotiva” ,aveva sortito il medesimo effetto lascia veramente sgomenti. Basiti. E’ una china pericolosa questa perchè non si tratta più di un orientamento giuridico ma culturale. Un ritorno a quel delitto d’onore, che mandava indenne l’assassino . Torniamo a giustificare il delitto di colui che ritiene che lavare un’onta che ha messo in discussione il suo onore , sia da comprendere , da giustificare.

E.L

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.